5 cose che: le mie borse edition

giugno 06, 2018

Ho cambiato i giorni di yoga e praticamente ho incasinato tutta la ma routine.
Le persone quadrate come me, mal si prestano ai cambiamenti e quindi qualcosa lascio indietro.
Ho deciso che scriverò quando riesco e quando ho qualcosa da dire... l'estate mi vede super altalenante, vado e vengo continuamente e quindi zero promesse e via... magari senza il pensiero fisso di scrivere, scriverò di più!
Ma eccoci qua, al bel mercoledì delle 5 cose che.
L'idea iniziale era quella di fare una borsa al giorno e riempire la settimana, ma proprio non ce la faccio!
Quindi procedo con le MIE 5 borse (come qualcuna ha chiesto di recente) preferite di questo periodo.

In realtà sono 6, perchè la Hammock, di cui però abbiamo parlato settimana scorsa, è quella che in questo momento uso tutti i giorni.

Partiamo a bomba!

1)


E' la small cabas di Celine.
Sapete che la cabas era una delle mie ossessioni.
Non riuscivo a decidermi fra la vertical (che mi piace di più, ma è meno pratica) e la Horizontal (che mi sembrava perdesse in grazia) e quando ho visto questa versione in pelle più rigida che si porta a mano (come la vertical), ma pure a tracolla, ho esultato!
Mi piace tanto perchè è di dimensioni contenute, è capiente, ma conserva una certa personalità.
Il pellame è calf bi-grained cioè meno delicato dell'agnello smooth della trio (per intenderci) e meno rigido di un saffiano.
Il fatto che sia poco diffusa, me la rende ancora più gradevole.
Io l'ho presa a Natale, per cui in questi colori (blu marino e mattone) non c'è ora, ma ci sono varianti stupende!
(PS: ora Celine ha lo shop on line, quindi tutte le informazioni del caso sono a portata di click).

2) Siccome per anni vi ho annoiato con l'annosa questione TRIO VS DISCO, ecco il verdetto finale:


Dimensione perfetta, dettagli importanti, pelle morbidissima (e non delicata), capiente e leggera.
Sì, la Disco secondo me è un ottimo acquisto.
Sì ok, il logo è grande, ma essendo cucito e non sottolineato da una metalleria dorata, risulta meno ingombrante.
Comunque a me piace così, se una borsa mi conquista, poco importa se sia logata o no.
Quest'anno è stata declinata solo in 3 colori classicissimi: questo cipria, nera e rossa.
Io sono riuscita a prenderla quando ancora costava 790€, la settimana dopo è aumentata di 100€ .
Con tutte le nuove proposte di Gucci (Ophidia soprattutto), mi sembra di parlare di antichità, tirando fuori la Disco, ma io dico che resterà ancora per molto e anche quando non ci sarà più, sarà comunque usata tanto da chi se l'è conquistata!

3) Ma siccome nella sfida TRIO VS DISCO, non abbiamo vincitori, nè perdenti, io ho deciso di prendere anche lei:


La trio, misura piccola, ha ormai un anno di vita e mi piace come il primo giorno.
Pelle morbidissima, ma che stranamente non si è rovinata malgrado l'uso sfrenato che ne ho fatto nei primi mesi in cui l'ho avuta (comprata ad aprile 2017), design ben congeniato, assolutamente versatile e capiente (una volta trovato un portafoglio di dimensioni ridotte e non troppo ciccione).
Tenendo conto dei prezzi pazzi di Celine, la Trio è una borsa che rientra fra quelle economiche.
Chissà cosa ne farà Hedi Slimane quando arriva?

4) Se penso ad una shopper, penso alla St Louis di Goyard.
Ne ho parlato lungamente qui sul blog e dopo qualche anno confermo il mio gradimento.
Anzi, non vi nascondo che, potendo, mi piacerebbe anche in altri colori e magari personalizzata (ma i prezzi salgono in modo esagerato).


Il mio è il classico color noir goyardine, con manico in pelle nera.
Mi sembra di ricordare che questa variante, quella nera con manico in pelle marrone e quella rossa fossero i colori base e che nella misura piccola costassero 750€ (850€ quella grande), ma parliamo di 4 anni fa, quindi è impensabile che non abbiano fatto aumenti.
Quelle colorate venivano circa 200€ in più e 120€ le iniziali.
La borsa è superleggera e super resistente.
Dopo un uso attento, ma pressochè quotidiano per un certo periodo, non presenta nessun segno di usura, quindi mi sento di dire che durerà ancora parecchio tempo!

5) Infine non posso prescindere perchè lei è la borsa giusta, sempre e comunque.


Quando ti senti uno schifo, tira fuori lei e torni a sorridere.
Chanel CLASSIC FLAP, jumbo.
Non credo di dovervi dire il perchè e il per come.
Ha ormai 8 anni di vita ed è sempre perfetta.
Però posso dire una cosa che trovo scandalosa: in 8 anni il suo prezzo è quasi raddoppiato, mancano 10€ per arrivare a 5000€.
Sono sincera, probabilmente oggi non me la potrei comprare.
Quando l'ho presa io, la commessa mi disse che doveva controllare se ne aveva una disponibile perchè -testuale- VANNO VIA COME IL PANE.
Probabilmente continuano ad andare via come il pane anche oggi che costano quasi il doppio, ma trovo che sia davvero un'esagerazione, anche perchè il prodotto è sempre lo stesso e il senso di questo rincaro non c'è.

Non vi ho stupito con effetti speciali, lo so, ma queste sono davvero le borse che uso di più e quelle nelle quali mi sono sentita di investire.
Magari vi farò la "puntata"  su quelle che amo alla follia, ma che uso poco per una ragione o per un'altra.

Se vi va ditemi la vostra top 5!




Altri post che potrebbero interessarti

7 commenti

  1. 1_ Vuitton speedy monogram 25 ideale per le diversamente alte come me (160 cm) con annessa mini pochette attaccata a koala e tracolla monogram.
    2_ miu miu coffee misura mini sempre a tracolla. Microspopica ma con la mini pochette accessories a koala ci sta tutto!!
    3_ chloe paddington color bianco sporco misura media. La mia prima it bag tanto voluta tanto sudata e super usata. Ma oggi la guardo ed è bella come il primo gg!! Prima o poi le mie bimbe cresceranno e allora potrò ricominciare a portare borsa a braccio!
    4- 2.55 classic double flap Chanel nera in vitello ma vintage. Super regalo dei 40 anni non avendo la possibilità di spendere 4000 euro ho optato per un eccellente vintage di quasi 30 anni fa. Pelle meravigliosa e quando la indosso mi sento divina!!
    5_ herpes Kelly 28 cm. Il mio sogno in colore toupe hardware oro...vedremo se hai 50 arrivera. Intanto sogno!!!

    RispondiElimina
  2. Volevo scrivere vedremo se ai 50 arriverà!! Maledetto t9!! Francy75 da Padova!

    RispondiElimina
  3. Io la mia mini cabas l'ho comprata in saldo (e ogni volta questo mi riempie di gioia ��) comunque sono molto felice che tu abbia iniziato a parlare di borse "tue" in ogni senso! è molto interessante vedere la differenza fra una borsa fotografata sul sito o in riviste che una "autentica" e magari anche poco, ma vissuta

    RispondiElimina
  4. tutte queste borse sono molto belle ma quella che mi piace di più è la prima di Celine.

    RispondiElimina
  5. Vale, la tua bi cabas mi ha rapito... peccato che i colori disponibili ora non mi facciano impazzire. La tua è veramente meravigliosa!!!

    RispondiElimina
  6. IO NON LE CONTO PIU' LE VOLTE CHE HO DIVORATO QUESTO POST...........E SIAMO NEL 2021.........GIURO!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma mi fa super piacere! Peccato che la disco non ci sia più...

      Elimina