Non ci sono più le (mezze) stagioni!!

settembre 20, 2011

Circa in quinta elementare la mia amica Corinna (di cui da circa 25 anni non so più niente, ma eravamo taaaanto amiche) si fece organizzare da sua mamma una festa per il suo compleanno.
Io non vedevo l'ora di andarci perchè la sua casa mi piaceva tantissimo.
Non ho ricordi limpidi sulla giornata in sè, ma so che avevo dei dubbi su cosa mettermi e la mia scelta cadde su dei pantaloni gialli di cotone leggero. Adoravo quei pantaloni, mi facevano sentire grande... quasi pre-adolescente.
Il problema venne dal fatto che era la fine di gennaio e che nevicava.
Mia mamma si oppose fermamente alla questione e mi proibì di indossarli.
Io aspettai che uscisse e me li infilai. Mio papà non ha mai avuto un occhio fine per queste cose e così portandomi in macchina da Corinna non si accorse del misfatto.
Purtroppo la nevicata non accennava a calare e così ad un certo punto, a circa 200 metri dalla nostra meta, la macchina non poteva più andare oltre. Scesi e andai a piedi... nella neve alta 30 cm. Con i pantaloni gialli, di cotone leggero.
Non ricordo le scarpe, ma probabilmente quelle erano sufficientemente invernali (mio papà se ne sarebbe acccorto altrimenti... credo...).
Arrivata a destinazione ero completamente zuppa! E infreddolita. E tremante.
La mamma di Corinna mi fece asciugare e mi diede qualche cosa per cambiarmi.
Non vi dico l' ira funesta di mia mamma quando alla sera tornai a casa... Oltre al danno (aver preso freddo), si era sentita ignorata e ovviamente avrà anche pensato a quello che poteva aver detto la mamma della mia amica vedendomi con qualche cosa di assolutamente inappropriato.
Nessuna concessione alla moda. A 10 o 11 anni nessuno mi capiva e non era ancora chiaro che nel fashion system le stagioni sono totalmente opzionali. Non c'era ancora H&M che proponeva a dicembre camicie come veli e golfini di filo. Io però lo sapevo!!
Oggi, alla vigilia del mio 36esimo compleanno (e diaciamolo!!), mi ritrovo a immaginare un sistema di indossare anche questo inverno alcune delle cose estive che tanto mi sono piaciute.

Lo spunto finale me lo ha dato questo articolo letto su Vogue.com: "You Can Save Summer - One Piece at a Time".
E se Hanneli salva i suoi short cortissimi che sta indossando da giugno, perchè io non posso salvare la gonna lunga plissettata?

Altri post che potrebbero interessarti

9 commenti

  1. Sono perfettamente d'accordo ed è, in parte, la ragione per cui non faccio il cosiddetto cambio degli armadi col passar delle stagioni (inevitabilmente favorita da una casa grande e da una notevole drasticità nello scegliere che cosa tenere e che cosa mandare in pensione).

    Io oso su molte cose e di molte altre, semplicemente, non ho ancora capito la stagione!

    RispondiElimina
  2. Ciao,
    questi post sono uno spasso da leggere! Brevi, ma dieci volte più interessanti delle sfilze di fotografie che girano su altri blog di moda.

    RispondiElimina
  3. pantaloni rossi di cotone leggero e t-shirt bianca a stelle rosse.
    storia simile e temperature anche!

    mi aiuti a trovare un modo di utilizzare i pantaloni di lino non solo di estate?
    non quelli beachcciosi, intendo quelli con taglio serio.
    si va bè non riesco a spiegarmi :(
    colpa della pioggia

    RispondiElimina
  4. tanti tanti tantissimi auguri!!!!

    RispondiElimina
  5. Auguri di uno splendido compleanno!!! Rachele

    RispondiElimina
  6. hai ragione: io il "cambio degli armadi" non lo faccio da anni....infatti oggi indosso l'abito multicolor che usavavo con 35 gradi al mare, abbinato ai leggins a una giacchina rossa e alle mitiche "anglomania" fuxsia di vivienne westwood...

    ot: aurisssimi giovane donna!

    RispondiElimina
  7. tanti auguri!!!
    benedetta

    RispondiElimina
  8. Grazie a tutte per gli auguri!

    RispondiElimina