venerdì 26 giugno 2015

saldi: croce e delizia

Ormai siamo esperte in shopping, sappiamo quando è giusto e quando non lo è e sappiamo anche fare delle immani cavolate con enorme consapevolezza.
Siccome sappiamo anche che lo shopping ha tantissime funzioni, anche a livello psicologico, io dico che delle volte dobbiamo essere accondiscendenti e amorevoli con noi stesse e cedere all'impulso (sempre che sia un impulso che preveda l'uso dell'1% del cervello, perchè se mi tornate a casa con la borsa di Moschino a forma di appendiabiti, allora no, non c'è accondiscendenza e non c'è assoluzione).

Io so che su di me hanno effetto letale le seguenti 5 caratteristiche:

- un capo che volevo fortissimamente e che ora è saldato... anche del 3%.
- un capo che avevo meditato, ma senza troppa convinzione e che ora è saldato di una percentuale irrisoria , ma è L'ULTIMO. Ho la sindrome dell'ORA O MAI PIU'.
- un capo saldato dell'80% e fortemente modaiolo... del tipo: massì dai, proviamo!
- le mie scarpe preferite che magari da un triliardo, scendono ad un trilione.
- la nuova collezione: alzi la mano chi in tempi di saldi non si è mai trovato a sbavare sulla sezione NEW -fottuta- COLLECTION.

Una raccomandazione che mi sento di dare è quella di non esagerare con la quantità di cose da comprare.
In fondo, dall'inizio dei saldi, quanto passa prima che i suddetti capi finiscano nel cambio di stagione?
2 mesi, se compriamo il primo giorno!
Quindi è inutile comprare tantissimo perchè, anche se ci concediamo di essere sconsiderate, dobbiamo essere oneste e quindi non possiamo raccontarci sempre la storiella del tanto questo lo metterò sempre, perchè è una fandonia... l'anno prossimo ne compreremo uno pressochè identico, ma con una cucitura diversa!

Detto questo, cosa mi comprerei io?
Ricordiamo che ho affermato con convinzione di non aver bisogno di nulla e di non dover prendere  nulla , quindi questa lista colma dei piccoli buchi dell'armadio, ma senza creare affollamento.

1) Una t-shirt bianca di Maison Labiche.
Sono semplicissime, ma hanno una scrittina ricamata .
Magari 54€ non glieli darei, ma 27 sono un buon compromesso:

su Matchesfashion

2) Una borsa di paglia di quelle carine che si possono usare anche in città. Non piccolina, perchè malgrado il mio momento NO-BIG-BAG, la borsa di paglia la vedo sensata solo medio/grande.


3) un vestito di jeans semplice e dritto. Ho 2 scamiciati con bottoni (uno aderente e uno comodo) e un vecchissimo abito con scollo all'americana che mi piace ancora un sacco, ma non ne ho uno fatto come una maglietta (ma anche la maglietta mi piace).
Da Zara ce ne è uno molto carino, ma non mi convince la sfrangiatura, mentre io lo vorrei così:

Nudo e crudo.

4) Un top bianco classico, leggero, con pochi inserti di pizzo e qualche volant.
Un po' di marantame:

Da portare con pantaloni ampi, leggeri, fluttuanti... e un sandalo color cuoio.

5) Un costume nero intero.
Mio marito non lo concepisce, io lo trovo elegante e tattico. A nessuno frega di vedere la mia flaccida trippa e a me non frega di farla vedere, perchè allora non coprirla con classe??



Non riesco a ricordare dove io abbia trovato questa foto e perchè non abbia messo nessun riferimento, ma se avvistate qualcosa del genere che non costi come un cartone del latte di Chanel, fate un fischio.

Poi ci sarebbero pantaloni ampi, un vestito lungo, una camicia con le spalle scoperte (forse ho trovato il reggiseno a fascia che non crolla dopo 5 minuti), qualcosa in sangallo e qualcosa in lino.
Queste ultime cose le inserisco nel "forse quando ci saranno i saldi al 70%" perchè sono dotata di buon senso e non voglio più riempire l'armadio di ciarpame di cui poi mi pento!

Sto cercando di non pensare a scarpe e borse perchè temo di andare ben oltre lo sfizio...

giovedì 18 giugno 2015

scarpe: ma quanto c'è da dire?

Vi avevo avvisato lunedì scorso su FB del "back in stock" dei sandali cipria di Zara.
Li avevo cercati il sabato in un negozio in un centro commerciale e non c'erano, la settimana prima nei due negozi del centro a Firenze non li avevo visti, quindi mi son detta mi iscrivo alla notifica e appena arrivano agisco: o adesso o mai più.

Quando sono arrivati, mi son stupita della morbidezza. C'è scritto vera pelle ed è vero. Molto morbidi e carini sul piede.
Li ho indossati con i culotte a quadrettini e una camicia senza maniche per andare alla recita di Viola (eravamo all'aperto e dato l'affollamento sono rimasta in piedi dalle 16 alle 19) e devo dire che non ho avuto ripercussioni. Per dire che non mi faranno mai male dovrei indossarli per camminare davvero e non solo per stare in piedi e spostarmi di 20 metri in 20 metri in 3 ore.

Quando tempo fa avevo scritto che i sandalini di Chloè erano carini, ma la zeppa era terrificante, il signor Zara deve avermi ascoltato, perchè è il classico caso in cui il wannabe supera alla grande l'originale.

Con Zara bisogna far così: trovare quei 2 o 3 capi che ti svoltano il guardaroba senza uccidere il portafoglio e non indugiare oltre. Io ho optato per la giacchina, i culotte a quadrettini (19.90 spesi benissimo!!) e questi sandali. Direi che come pezzi stagionali ci siamo e la qualità è decente.
Ovvio che in negozio ci sono cose molto carine (ad esempio la gonnellina di jeans con i taschini, molto Alexa), ma non si può esagerare, troppo Zara o tutto Zara, secondo me, non aiuta lo stile.

Sempre in tema di esperienze personali.
La mia bestfriendforever ha compiuto 40 anni e abbiamo unito le forze con molti amici per farle un bel regalo.
Fra le altre cose, abbiamo pensato di regalarle le Cap Toe di Chanel.
Potevo forse entrare da Chanel e non provare anche io quelle ballerine sulle quali medito da tanto?
Ovvio che no.
Devo dire anche che questa volta l'esperienza è stata perfetta e il commesso che si è occupato di me è stato delizioso.
Provate sul piede mi hanno fatto pensare che Coco ne sapesse davvero una più del diavolo .
La scarpa è estremamente accollata, avvolge il piede morbidamente, ma il fatto che la punta sia nera e il resto sia nudo, rende il piede snello e scoperto pur essendo fra le più coperte e con la pianta larga che io abbia mai provato.
E' solo un effetto ottico, ma credo che sia geniale.
Perfino chi odia le scarpe accollate potrebbe ricredersi.
Come al solito il prezzo aumenta in modo assurdo, per cui se voi ricordavate 450 lo scorso anno, cancellate la vostra memoria e inserite 510€.
Mentre andavo ad accomodarmi sul mio divanetto, sono passata di fianco a queste:



 e chiamatemi tamarra, ma mi son piaciute.
Probabilmente viste in passerella vicino a tutte le follie di Karl mi son sembrate assurde, ma le ho pensate con un jeans bianco e ho sognato.
Poi ho smesso di sognare perchè costano 850€.

Continuando sul tema, ammetto che dopo aver messo quella foto di Garance sono andata in fissa per delle stringate estive bianche... ne ho trovate un po' su yoox e non è detto che un paio non finiscano nel carrello e parlando di carrelli e acquisti on line... cosa ne pensiamo dei sandali flatform??

Ok, io odio le zeppe e non amo i plateau, ma devo confessarvi che quei Celine espadrillas intrecciati alti troppi centimetri hanno catturato la mia attenzione.. Non me li comprerei perchè non fanno proprio per me, ma ho iniziato a pensare: e se il platform fosse più basso? E se invece che l'intreccio ci fosse una bella fascia? E se invece che costare 700€, ne costassero 30?


Insomma la faccenda delle espadrilles non sembra esaurirsi e in qualche modo ci tocca farci i conti.
Quindi aprendo un attimo Asos ho trovato un sacco di wannabe.
Wannabe Aquazzura:

asos -aquazzura

 Ok, le seconde son molto più belle, ma io non ho il coraggio di spendere così tanto per una cosa che sono sicura non mi piacerà più fra pochissimo tempo.

Stesso discorso per quelle Valentino di cui ho parlato tempo fa:


Ci sono 500€ di differenza e secondo me queste hanno la loro dignità.

Infine quelle che sto valutando seriamente ( e non è da me) sono queste:



25€ e passa la paura... Anche se sono molto più basse delle Celine in qualche modo me le ricordano. Ma ce la farò ad agire oppure questa cosa è così passeggera che potrei cambiare idea prima del check out?

giovedì 11 giugno 2015

oggi va così

Oggi mia figlia ha la recita.
Uno spettacolo vero e proprio, con costumi, impianto audio, poltroncine e copione di canzoncine imparate a memoria.
Hanno fatto le prove per giorni, anche 2 ore al giorno, manco fossero a Broadway, e io non vedo l'ora!
Piangerò, piangerò e filmerò fino a quando il mio telefono avrà memoria.
Sono diventata a tutti gli effetti una "mamma dell'asilo" (il lato oscuro della forza è con me) : mi sono prestata a comprare i completini da fiorellino (perchè mia figlia fa il fiorellino) e ho costruito almeno una sessantina di fiori di carta crespa per i capelli e per permettere a Cappuccetto Rosso di raccogliere fiori nel fantomatico bosco che conduce dalla nonna.
Questo è uno di quei giorni in cui ho la sensazione di aver fatto un miracolo... cioè io, proprio io, ho messo al mondo una creatura -meravigliosa- che oggi canterà, ballerà e avrà fiori in testa.
E lo so che Victoria Beckham ne ha fatti 4 e non fa tutto questo puzzo, ma quando mi fermo 3 secondi a pensarci, a me non sembra ancora vero di aver creato dal nulla un essere umano.

Poi quello stesso meraviglioso essere umano ieri ha pianto 25 minuti perchè era vestita male, perchè io la stavo mandando a scuola con una camicetta brutta, senza brillantini e senza paillettes...

Si fa in fretta a dire mamma, un giorno sei la dea della maternità e il giorno prima avresti  scambiato il frutto del tuo ventre con  una cassetta di  albicocche.

Oggi niente moda... Cappuccetto Rosso rulez!


venerdì 5 giugno 2015

8 cose che non mi stancano mai

E dopo aver criticato, non posso esimermi dal lodare invece chi ha catturato la mia attenzione per aver aver proposto look mettibili, belli (anche se magari non per tutti) o che pur essendo "già visti"  riescono ad avere un guizzo nuovo:

1)

Un paio di centimetri più lungo e il pantaloncino così me lo metto anche io.
Quei sandali espadrillas di Aquazurra sono il nuovo must have delle blogger... e devo dire che rientrano in quella categoria di scarpe (insieme alle espadrillas di Valentino e Chanel) che se costassero un decimo avrei comprato!
Comunque Julie è sempre semplice e graziosa, una garanzia... a parte i gelati!

2)


Lo so lo so. A molte di voi non piace.
Ma qui io la trovo deliziosa! Sarà che ha la mia giacchina (e io ce l'avevo prima!!!), sarà che è tutto Zara e da molto tempo non aveva cose low cost, sarà quella Celine (e sotto le stesse scarpe di Jules), ma questo look per me è adorabile.
(Cosa pensiamo della gonna Zara, simil AG Alexa Chung?).

3)


Garance è il faro per noi splendide quarantenni.
Capello corto, derby bianche, jeans con orlo a vivo e camicina con tasche. Io mi vestirei così tutti i giorni.

4)


Victoria è sempre Victoria e questo abito da lei disegnato è perfetto. Ha un'armonia nel movimento che mi conquista.
E Victoria ne ha 41 per cui ecco un altro faro nella notte.

5)
qui

Le composizioni romantiche di Working girl. C'è sempre tanto rosa cipria, tanto Chloè, tanto Valentino e tante borse belle.
Quei sandaletti di Zara (di cui abbiamo già parlato) sono una delizia... se mi capitasse di vederli in negozio penso proprio che ci farei un pensierino!

6)

Tokyobanhbao è l'unico blog che continuo a seguire fra le 4 francesi (Betty, Pandora, Cherry Blossom mi hanno stancato) che seguivo tempo fa.
E' una deliziosa parisienne con un tocco esotico.

7)


Quando hai bisogno di certezze chiama Olivia.
Shirt dress celeste e sandali Aquazurra. Che altro?? No davvero... in tutta questa semplicità possiamo trovare la vera ispirazione per l'estate.

8) Una ragazza che seguo da poco, ma mi piace molto è Ella di Petit Anglaise, veramente carina ed elegante (come portamento).


Ammetto che ho scelto questa foto e non un'altra per via della borsa, ma ce ne sono moltissime molto interessanti. Rosso e fuxia non sono sicura che siano sempre una buona idea, ma non mi sento nemmeno di dire che non funziona!

mercoledì 3 giugno 2015

8 cose che mi fanno stancare

Uff mi sono già stancata di questa moda primaverile e di questi clichè da blogosfera.
La primavera volge al termine e ci aspetta un'estate difficile che ci fa venir voglia di spegnere il pc e disintossicarci.

Io adesso vi dico ben 8 cose che non ce la faccio più a vedere sui soliti siti e poi tocca a voi!

1) blogger con shorts giro chiappa , robe che fanno male al mondo perchè poi vedi adolescenti complessate che ci provano, e ti viene da abbracciarle forte perchè ti ci rivedi a 16 anni e pensi al suicidio sociale che quegli shorts comportano:

theyallhateus


2) blogger mezze biotte che si mettono in posizioni assurde per farci vedere quanto sono magrine e carine e soprattutto nude.
Una petizione : VESTIAMO RUMI NEELY!!


Sono io, o sono anni che questa ci ripropone sempre le stesse cose?
Va benissimo la coerenza e lo stile riconoscibile, ma riusciamo davvero a farle fare una carriera sui vestitini striminziti a sottoveste e sulle canottierine?

http://fashiontoast.com/

3) blogger in vacanza e soprattutto che dopo la vacanza ci rifanno vedere le foto della vacanza dicendo: quanto era bello essere in vacanza. MA VA?? Stanca stanca di frasi come MISSING THIS AMAAAAAZING PLACE con foto di mare e sabbia bianca.
Anche io sto bene a Cattolica, ma non ve lo dico ogni 3 foto!

4) blogger che ci fanno vedere il gelato. Davvero?? Il gelato? Cosa dovremmo provare a riguardo?

jules io ti amo, ma ti prego con sti gelati!
5) gente coi piedi brutti. Con scarpe belle, ma anche con scarpe brutte.
Ne abbiamo già parlato diffusamente, ma la gente non capisce.
Eppure non è difficile:
Piedi brutti (non curati, irregolari, grassocci) = scarpe chiuse.
Piedi belli = quello che ti pare.


6) blogger con passaporto (solitamente con porta documento Louis Vuitton) e biglietto aereo.
Uff. Che noia. Quanti ne abbiamo visti??

7) lo smalto bianco. Lo so, piace a molte. Ma io non ce la faccio proprio.


Mani che non hanno niente da fare.
Ma niente di niente.

8) O bag. Si va in giro per il mondo indistrubati con borse di plastica e corda o personalizzate nei peggiori modi. Non vi sembra che il mondo sia brutto abbastanza??



Non dico mica di farne una questione di spesa, sappiamo che Chanel fa pari schifezze e le fa pagare un trilione di dollari, ma almeno qualcosa che si possa guardare senza avere cali di cataratta.



giovedì 21 maggio 2015

ditemi che

... seguite con interesse l'Instagram di Eva Chen di Lucky Magazine!
Io la adoro!!

Ha una bambina meravigliosa. Ma bella bella e molto espressiva.
Io non amo i bambini a prescindere, non sono una di quelle che dice che sono tutti tesori (perchè non è vero) e non ho un senso materno molto sviluppato (o meglio, è circoscritto a mia figlia, di certo non vado a prendermi in braccio tutti i bambini del mondo e non mi fermo a guardare i passeggini e le carrozzine quando li vedo).
Ok, detto così sembro un mostro, ma so che mi avete capito!
Tornando alla figlia di Eva Chen è una delle poche bambine al mondo che mi fa tremare le tube (insieme ai bambini Ikea):

qui

Poi ovviamente ha un certo gusto e quello che mi piace è che non è artefatta e in posa, pur avendo il suo hashtag #evachenpose!
La posa di cui si parla è quella in cui si vedono le sue scarpe, la sua borsa e una mela sul sedile posteriore di un auto.





Dite una borsa e lei ce l'ha! Anzi probabilmente ne ha due.
Ma non è pura ostentazione, c'è un sincero piacere di condivisione e anche simpatia.
Insomma se non la seguite, fatelo perchè è un profilo carino e leggero.

mercoledì 20 maggio 2015

10 cose che

Rieccomi dopo qualche giorno di assenza.
Oggi ho un po' di tempo e un po' di pace e quindi via col post  "di tutto un po'".

1) Mese intenso per i red carpet questo maggio: Met Gala, Cannes, Billboard Awards.
Direi che del Met Gala e della frittata di Rihanna se ne è parlato anche troppo, ma c'è una che sta vincendo tutto!
Siennaaaaaaa!! Regina incontrastata dell'arricciaspiccia, colei che si pettina e si spettina come nessuno, ha infilato una serie di look meravigliosi che me la fanno amare tantotantissimo:



2) Sempre parlando di Red Carpet. Mi sfugge il perchè e il per come sulla Croisette ci siano manciate di Angeli di Victoria Secret e mi sfugge anche la ragione per cui Annina bella abbia aperto il Gala anche a Chiara Ferragni (presente anche sulla Croisette). Si era urlato allo scandalo quando era riuscita ad infilarsi Kim Kardashian e ora invece vale tutto.
Detto questo, devo dire che Chiara è stata perfetta in entrambe le occasioni. Elegante, adeguata, eterea (ettecredo), insomma, se avesse anche il motivo di stare lì (e per motivo non intendo una collaborazione con uno stilista), sarebbe perfetta!


3) Ora che abbiamo finito di parlare di tappeti, parliamo di borzette.
La nuova Celine a tracolla della collezione estiva mi piace!!

Si chiama Symmetrical Bag e secondo me è così semplice, che potrebbe sfondare.


Lì per lì mi sembrava di associarla a qualcosa di già visto, ma di profilo svela tutta la sua novità.
La cosa assurda è che non riesco a trovare nessuna foto ufficiale, solo repliche... ci rendiamo conto che il mondo del falso è così avanti da fare foto bellissime di borse appena uscite??
Il prezzo è "upon request", ma temo si possa collocare fra il tanto e il tantissimo.

4) Ho finito di fare il cambio di stagione nel mio armadio.
Un antro infernale.
Rendiamoci conto che ho fatto sparire un sacchetto enorme dell'ikea e due sacchetti medi e ho ancora un sacco di roba.
Mi sono fatta il proposito di non comprare niente.
Non ho davvero bisogno di niente e questi trend di cui abbiamo lungamente parlato sono così poco interessanti che posso tranquillamente rinunciare.
Gli accessori sono esclusi da questo discorso (lo scrivo perchè fare un proclama così serio e poi comprare un paio di sandali parrebbe assurdo, ma una volta specificato, potete assolvermi).
Mi sentivo di essere una con tanto coraggio di buttare, ma in realtà ho tenuto ancora molte cose che so che non metterò. Cosa direbbe di me la signora del riordino Marie Kondo??

5) Prima di dire che non comprerò più nulla, ho acquistato la giacchina di Zara vista su Leandra (vedi mio Instagram).


Appena ho visto le sue immagini su Instagram ho pensato che fosse deliziosa.
Leggendo qua e là sui blog ho letto che era introvabile e già sold out sul sito.
E voi lo sapete il potere delle parole SOLD OUT su una mente piccola e schiava della moda???
Insomma con un po' di ritardo sono andata in centro, con la foto di Leandra sul telefono (ma solo perchè non avrei saputo descrivere al meglio il suddetto capo) e tanta speranza nel cuore.
Ovviamente non era esposta, quindi ho dovuto chiedere; la commessa con aria interrogativa mi ha detto: forse ne ho ancora una in magazzino.
Ne aveva ancora una.
L'ho provata, al momento non ero convintissima (anche perchè avevo una maglietta oversize grigia dei Beatles sotto e di sicuro non aiutava), ma il fatto che ce ne fosse 1 sola e che fosse sold out ovunque, mi ha spinto ad acquistare.
Ammetto che è stato uno di quegli acquisti fatti "per non pentirmi" (quante volte è successo), ma dopo qualche giorno posso dire di aver fatto bene.
Certo io non la indosso a pelle come lei, ma con una maglietta a V bianca o una canottierina è perfetta!

6) Tornando a Cannes un attimo.
Avete visto Laetitia Casta con Louis Garrel??
Ecco lei ha vinto!


Io adoravo la coppia Laetitia + Stefano Accorsi (perchè mi piacciono tantissimo tutti e due), ma dovendo valutare le loro scelte dopo la separazione, Stefano mi ha deluso tanto non sfuggendo al clichè del quarantenne con la ventenne che pare sua figlia, mentre lei mi ha fatto dire: hai capito la Casta???


7) Stile primaverile e marinaro che mi piace sempre tantissimo:


Non mi piacciono le zeppone e i plateau, ma il resto è perfetto!!

8) Ho trovato nella scarpiera di casa dei miei un paio di Superga classiche color corda semi nuove.
Le ho portate a casa da lavare, ma non sono ancora sicura di volerle mettere. Posso serenamente dire che le portavo 30 anni fa, cambiavo le stringhe coi nastri di raso a pois e facevo fiocchi pazzeschi. Le ho avute color salmone, verde bosco, rosse e ovviamente blu, bianche e corda. Ho perfino fatto la scenata del secolo in un negozio perchè mia mamma voleva prendermi le Champ invece delle Superga e sono stata pure accontentata (non senza cazziatone dopo).
A mia figlia lo scorso anno ne ho comprato un paio deliziose bianche con delle farfalline colorate... ma per me non sono davvero convinta! Troppo revival??

9) Cosa pensiamo di questi sandaletti rosa di Zara? Fanno l'occhiolino a Chloè, ma senza quell'orribile zeppa e soprattutto a 39.90. La descrizione dice vera pelle, ma io con Zara ho sempre paura del cartone.



10) Ultima cosa.
Con l'arrivo della primavera arrivano anche i piedi brutti, gli smalti insopportabili, il bianco optical, gli ossimori come gli stivali aperti in punta e le ciabatte. Io non so se sono pronta!!!!!!
L'altro giorno ho visto una signora che aveva dei sandali con la zeppa e il fantasmino in collant a vista. Una cosa del genere merita una punizione, non possiamo essere indulgenti con certi crimini.

Ho finito!!!!!