lunedì 28 luglio 2014

zac zac!

Oggi parliamo di una cosa che mi piace un sacco, ma che non metterò mai.
Capita no??
Nella categoria rientrano tantissime cose, come ad esempio i sandali con solo una listarella di pelle e il tacco altissimo... per dirne una.

Torniamo alla cosa "che non posso mettermi": il cut out dress.

Per cut out si intendono tagli sparsi.
Ormai tutto è cut out: stivali, scarpe, top, gonne e ovviamente abiti e i tagli sono un po' ovunque, sulle spalle, sulla schiena o sulla pancia.

Ho visto un abito lungo da Zara che non dovrei nemmeno guardare, ma come spesso capita, guardo e amo!

Alex - The frugality

Non dovrei guardarlo perchè è lungo e io no e perchè ha i tagli sulla pancia e io ho un budino molle da quelle parti...
Non dovrei guardarlo, ma quanto mi piacerebbe poterlo mettere!

Comunque i tagli mi affascinano da matti anche sul corto:

dal sito di Lauren Conrad
Carolina Engman

Quei piccoli strati di pelle che si vedono sono intriganti, ma donano anche una nuova armonia perchè muovono l'equilibrio di un abito altrimenti semplice.
Insomma avessi un rotolo di meno, correrei a comprarlo!

Bambi Northwood-Blyth


Mi piacciono molto anche gli abiti con i tagli sulla schiena, purtroppo sarei sempre lì a chiedermi se si vede il reggiseno! (Sono un disastro!).

Alexa Chung


via pinterest


via Pinterest


abito Zara
Voi che potete, agite, perchè sono deliziosi e smorfiosi quanto basta!
Voi che non potete, come me, riflettete su queste foto e consolatevi:

ADR
Giovanna Battaglia

Un po' troppi tagli Giovanna??


Un po' troppa roba di fuori Kim??


mercoledì 23 luglio 2014

un'altra cosa su cui sono in ritardo...

... sono le salopette.
Lo scorso anno, proprio di questo periodo, Elena (sapete di chi parlo, no?) mi disse: fai un post sulle salopette, sono pazzesche!
Io, pur fidandomi del suo gusto, non la vedevo come una cosa mia e quindi mi son detta, come verrebbe un post nel quale parlo solo del trend senza avere un'opinione strutturata in merito?
Non che sia sempre obbligatorio doverla fare lunga, ma io sono un po' fatta così... non mi accontento di due foto e due parole.
E quindi eccomi qui, con circa 365 giorni di ritardo, ad avere un'opinione.

Mi piacciono!!
Ho sempre il dubbio che su di me facciano Mario Bros, ma credo che ben abbinate abbiano un bel perchè.
Il mio problema è che io nel 1995 (ed ero già maggiorenne, fatevi i vostri conti) portavo già la salopette di Jeans!!
Ricordo perfettamente una foto in cui ero sulla porta della casa in cui ho trascorso le vacanze ad Hastings con la mia amica Laura e indossavo la saloppa con sotto una maglietta corta bianca e ai piedi i miei Doc Martens (di cui ricordo ancora le piaghe... ma Dottore di cosa?? Non certo podologo!!).
Avevo i capelli ridicolmente corti e rossi (viene da chiedersi come abbia fatto io a rimorchiare in quello stato, ma tant'è) e senza vergogna avevo adottato la tuta di jeans come divisa dell'estate.

Avendo un passato, non sono sicura di potermi fare un presente... certo io sono diversa, sono più vecchia, con un filo di gusto in più, qualche chilo di meno e i capelli più lunghi (ma non di troppo... non imparo mai!) , ma chi mi dice che indossandola io non sembri la versione ridicola delle me stessa 19enne??

Gli anni 90 non sono famosi per averci lasciato cose indimenticabili (basti pensare agli zainetti in nylon di Prada!) e quindi non sono sicura di voler ricordare.

Ma veniamo al trend.
La chiamano anche dungarees e io ho cercato su wikipedia il perchè:
The term "dungaree" was associated with a coarse undyed calico fabric that was made and sold in a region near Dongari Killa in Bombay (now Mumbay )in India . The cloth was cheap and often poorly woven. As such, it was used by the poorer classes for clothing and by various navies as a sailcloth. Sailors often re-used old sails to make clothes. In time, the name of the cloth came to also mean an item of clothing made out of it.
In British english such a bib type overall are usually called a pair of dungarees.
In the U.S.carpenter jeans are often referred to as dungarees.

Insomma un bel bla bla per dire che è una stoffa povera di una zona che si chiama in modo simile e per estensione eccoci ad allargare il concetto alla salopette.

Ma come fare a trasformare l'abbigliamento povero e da lavoro in una roba molto cool??
Beh, essendo molto cool innanzitutto!!
Si sa che l'atteggiamento è tutto!

Inizio da chi ha fatto della sua overall uno stile di vita...

 
Se il suo libro si chiama " man repeller" e se in copertina (e come sottotitolo) c'è una salopette allora abbiamo capito che questa roba piace solo a noi donne (Elena, sei un caso a parte... e forse  piaci a prescindere).
Ma quando mai questa cosa ci ha fermato?

Leandra l'ha indossata spesso e secondo me sempre con risultati interessanti.
Corta o lunga il risultato è simile. E' roba sua!

via Pinterest - The Man Repeller

Una che con la sua figaggine ha minato l'autostima di molte  (anche per via di Pacey, diciamocelo) è Diane Kruger.


diane kruger

Diane ne indossa una non troppo larga, con top bianco e sandaletti leziosi.
L'abbiamo vista vestita meglio, ma non si può dire che stia male!

via pinterest
 Alexa può piacere o no, ma fa sue le tendenze come nessuna.
Poi abbina un trench e delle cap toe Chanel e il gioco è fatto!
Io sarei più casual, ma applico la mia aurea legge del "perchè no?".

Beccatevi un'altra creatura angelica che può fare quel che vuole:

alessandra ambrosio

3 modelli diversi con lo stesso risultato...
Lo so cosa state pensando: ma lei è un Angelo che sa il segreto di Victoria, come può stare male? Datele un saio francescano e fanno il boom delle vendite anche di quello!



Ci è piaciuta di più in altre vesti?
Probabilmente sì, ma anche Olivia ha cercato di interpretare il trend.
L'idea della maglia trasparente non è male, ma tutto nero non mi convince fino in fondo.

La vecchia Carrie Bradshaw, l'aveva indossata in quella puntata in cui finiva in campagna con Aidan; probabilmente relegandola ad un ambito country, non riesce del tutto a sdoganarla dal suo ruolo primario:


... e Sarah Jessica non riesce proprio a farmi sussultare sulla sedia, ma son sicura che 3/4 della colpa ce l'abbiano le scarpe:



E ora un po' di anonima figaggine sparsa, giusto per prendere idee e capirci un po' di più.


Delizioso il top sotto, ma temo che una pancia definita sia quanto meno necessaria...
E poi questa è mooolto skinny!


Una bretella casualmente giù, aggiunge qualcosa allo stile facile e rilassato di questo look.
(Di sicuro questa modella è alta 7 metri e quindi anche lei rientra nella categoria "sta bene anche col sacchetto giallo dell'esselunga").


Maglietta bianca un po' scollata e via... non credo che ci sia bisogno di tanto styling...
Sono le facce a fare la differenza, sembrano dirci: hey ho una salopette e sono figa, e allora?????????


Molto, molto carina, con la camicia a pois e le stringate...


... o anche solo con la camicia bianca...

Blair la mette con i tacchi e io non sono sicura che la cosa mi piaccia.
Per carità lei sempre bella, ma temo che sia un'idea troppo costruita, che mal si sposi con lo stile quotidiano della tuta:



Siamo arrivate alla fine... io sono sincera, oscillo ancora fra il "ma  dove credi di andare" e il "compra subito quella di Current/Elliott da un milione di dollari".
Magari cercherò di trovare una sana via di mezzo e nel frattempo attendo i vostri commenti.

Ultima cosa poi vi lascio andare... ma lunga o corta???

lunedì 21 luglio 2014

non ci sono più le wish list di una volta

Lo scorso anno avevo compilato una perfetta wish list per l'estate.
Comprendeva pantaloni, vestiti, magliette, borse, occhiali da sole e scarpe.
Tutto quello che mancava in un guardaroba datato e fatto di capi passeggeri.

Siccome sono della vergine e sono precisina, con il mio bell'I pad avevo compilato la lista su quelle meravigliose pagine gialle a righe e poi via via avevo spuntato tutto con quel carattere speciale che è il "segno di spunta", altrimenti detto "check".

Una soddisfazione.

Quest'anno niente precisione e niente lista su pagina gialla e quindi confusione totale...

La lista sommaria (su banalissima pagina bianca) comprendeva:

- occhiali da sole Prada
- Maglia tigre Kenzo
- Clutch Celine o Claire Vivier
- Una tutina o una salopette
- slip on pelosine
- qualcosa di pizzo
- portafoglio nuovo
- camicia cipria
- qualcosa di Lazzari con gli squaletti
- boyfriend shorts della mia taglia (colleziono shorts troppo grandi)
- camicia bianca perfetta
- felpa a maniche corte
- Gommette Roger Vivier colorate
- Mariniere Chinti & Parker
- Borsina piccola a tracolla (le solite che sapete).
- Gonne ampie e sotto il ginocchio.
- sandaletti nuovi (non neri)
- salopette (??)
- denim shirt dress

Un disastro!!!!!!!!!!!!!
Ho spuntato sì e no 4 o 5 cose e tutto il resto è sparito... ma nel frattempo ho disperso energie comprando slippers, fondotinta, terracotta, scarpe e magliette di lino e perfino un costume...

Così non si fa!!!
A che serve una lista se non a mantenere il focus sulle cose giuste ??
Che la vergogna scenda su di me e sulle mie nuove Sophia Webster!!





lunedì 14 luglio 2014

nuova ossessione francese

Non è proprio nuova, ma lo diventa perchè ve la propongo solo oggi.

Jeanne Damas.

Cosa invidio nello specifico alle francesi?
(Premetto che sto generalizzando e lo so).

- Sono a loro agio nel loro spazio
- Sono spettinate come nessuno mai
- Sono magre, ma mai troppo magre
- Sono formose, ma mai troppo formose
- Sono ben vestite e mai overdressed
- Sono capaci di vestirsi in modo semplice, ma particolare
- Sono dotate di stile naturale (o così sembra).
- Si notano, ma non ostentano (o così pare).
- Sono spesso imperfette, ma perfette (nasi, nei, sopracciglia, bocche... )

Insomma, dopo Ines (regina di tutte noi), dopo Clemence (delfina degna), vi propongo Jeanne.

qui
Il potere di un rossettazzo rosso...











Io ci vedo quel fascino alla Sophie Marceu .


 ... ma anche un po' di Isabelle Adjani...


Un bomberino a fiori.. Mais oui, bien sur!


E con la sua amica Clemence:


... sembrano dirsi: andiamo a spettinarci insieme!

mercoledì 9 luglio 2014

cose che...

...e rieccomi con la consueta rubrica-macedonia: ci metto tutta la frutta che ho in casa.

1) sta sfilando la couture a Parigi e io dico solo un nome: Giamabattista Valli!!!!!!!!
Io dico che la couture è fatta per i sogni e se stiamo sognando facciamolo in grandissimo!
Ha sfilato anche Chanel, con meno clamore rispetto alla scorso circo del supermercato e io non ho sobbalzato sulla sedia.

style.com

Insomma, lo sappiamo: il tweed, Coco, vestitini... OK , è tutto carino Karl, sono sempre in disperato bisogno di Chanel, ma io voglio sognare, voglio la grande festa alla corte di Francia!
Io voglio questo per il giorno:

qui
O questo:


E questo per la sera:


ohhhh è bellissimo o no??
Dal profilo Ig dello stilista:


Se avete voglia, guardatevi le foto su style.com... sono state tutte uscite meravigliose!

2) Mi fate una colletta e mi regalate un Karlito?
Daiiiii!! Sono o non sono la vostra blogger preferita??
Dai, un Karlito per me!!!

dal profilo Ig di Tommy Ton

Non saprei che farmene o a che borsa attaccarlo, ma trovo che sia pacchianamente e stupidamente delizioso!
Che sia forse l'idea di Karl che mi è piaciuta di più??

3) Settimana scorsa io e mio marito siamo andati all'outlet di Barberino a fare un po' di shopping per i saldi.
E lo so che i saldi iniziavano sabato, ma noi sabato avevamo altro da fare e così abbiamo anticipato.
E abbiamo fatto bene, il 30% era già presente su tutto!
La cosa che ho notato è che c'è parecchia voglia di vendere e tantissimi commessi molto attenti.
Mi sono avvicinata ad un paio di deliziosi sandali di Prada con le borchiette, questi:


...e la commessa non ha nemmeno aspettato che proferissi due parole e mi son trovata sul divanetto con i sandali ai piedi e nelle scatole accanto la versione verde e quella rossa.

Miranda Kerr

Senza falsa modestia mi stavano bene... ma non avevo voglia di un saldaletto nero! Non mi vesto quasi mai di nero in estate, che ci faccio coi sandali neri?? Allora non paga mi ha portato un sandalo gioiello di Miu Miu che due zattere erano più raffinate.
Insomma si è impegnata tantissimo, ma non ero la sua donna!
Purtroppo non vi so nemmeno dire quanto costino perchè ero già sicura in partenza che non li avrei presi e così non ho chiesto!

4) Ho provato più di una ventina di capi da Diffusione Tessile... camicie, vestiti, pantaloni, gonne e ancora e ancora...
Mio marito abbandonato su una poltroncina davanti ai camerini cassava quasi tutto.
Alla fine non ho preso niente... quando c'è troppo fra cui scegliere e non parto con l'idea di volere qualche cosa nello specifico, finisco sempre così...
Ho vacillato su dei pantaloni molto ampi stile Celine Resort 2013... ma poi ho pensato a quanto avrei dovuto accorciarli e quindi ciccia.

5) Ho capitolato su uno sbattitore elettrico moulinex per montare le chiare a neve.
E su un super reggiseno basic color nude... (brutto quanto basta, ma assolutamente indispensabile sotto tutto il bianco dell'estate).

Insomma mi sono data alla pazza gioia!!

6) Sono stata da Valentino per conto di un'amica.
Ho trovato un'altra commessa meravigliosa: gentile, disponibile, piena di informazioni e prodiga di consigli.
Un vero peccato non poter comprare tutta la boutique, perchè io l'occhietto l'ho buttato da un po' su queste qui:

net a porter
Vero Elle??

7)  Se invece vi siete chieste quanto costino le Manolo di Carrie in versione ballerina vi accontento subito: 675€.
Al momento mi son detta: pensavo di più.
Poi ho ragionato: ma son sempre 675 fottutissimi eurooooo!!
Da LuisaViaRoma ci sono, ma non on line.

dal profilo Ig di Manolo
8) Dimenticavo.
Vi segnalo che da Dolce & Gabbana a Barberino ci sono cose bellissime in saldissimo!
Non c'era il mio numero sulle slippers dello scorso anno a righe rosse (ho provato il 36, ma era grande), ma costavano solo 82€!!!
Queste sarebbero state un vero affare, perchè sono veramente classiche!

Dolce&Gabbana



lunedì 7 luglio 2014

Abbiamo il vincitore!



Eccoci per la proclamazione solenne del vincitore del concorso vertbaudet!

Ecco i nomi di tutti i partecipanti! Dove specificato, ho preferito mettere il nome del bambino.



Tutti i bigliettini sono poi finiti nel barattolo delle caramelle:

qualcuno ha preso la cosa moooolto seriamente!
Ed ecco il video... perdonate la voce gracchiante!!

video

La vincitrice è quindi Alessandra con il numero 2!!
Congratulazioni!!!
Ho interrotto sul colpo di tosse...

PS: Mandami una mail all'indirizzo bartleby_vale@hotmail.com e ti spiego come funziona!