numero 1 del 2021!

gennaio 14, 2021


Coi miei tempi arrivo anche io.

E' stato un inizio lento e ho dovuto fare i conti con il finale del 2020.

Le feste sono state un po' meno festose, ma va bene anche così, sarebbe stato impossibile e irresponsabile pensare che andassero altrimenti.

La cosa che mi ha turbato di più in queste prime due settimane di gennaio è stata però l'iscrizione alle medie per Viola. Rendiamoci conto tutte insieme che io ho una figlia che va alle medie e mai come ora sento che il suo crescere coincide con il passare degli anni anche per me. 

Le medie sono un momento di passaggio pazzesco e se per le elementari ho iscritto Viola il giorno di apertura delle iscrizioni, in questo caso ho atteso una settimana e poi mi sono detta: vuoi essere arrestata per abbandono scolastico in età dell'obbligo? No, per adesso no. E quindi ho agito.

Con la mia amica Laura ho condiviso il seguente pensiero: ma se abbiamo partorito da poco, come è possibile che vadano alle medie? Cosa è successo nel frattempo? Come si sono permessi di crescere così, a casaccio, senza valutare se noi siamo preparate o no?

Ecco, certe cose succedono e basta e ti prepari mentre viaggi, perchè prima è decisamente impossibile prevedere cosa ti servirà in valigia.

Ma veniamo a note più liete.

Ho scritto un post su Instagram in cui ho messo insieme il mio "best nine", lo faccio spesso, perchè mi diverte fare i conti alla fine dell'anno e siccome sono una persona che scrive liste e tiene quadernetti più o meno per tutto, arrivare alla fine dell'anno è il momento giusto per rileggere e sparare numeri.

 



Il numero più alto (avevo scritto agghiacciante, poi ho cambiato in sconvolgente, poi ho cancellato ancora, perchè non è nessuna delle due cose visto che era estremamente prevedibile e per nulla spaventoso) riguarda le serie tv, anche perchè il lungo periodo in casa mi ha dato modo di recuperare vecchie cose che non avevo visto bene.

Ne ho viste ben 42. In realtà in queste 42 non ci sono solo titoli nuovi, ma magari anche la serie 3 di quel tal prodotto di cui avevo visto la 1 e la 2 nel 2019.

Mi sono fatta una tabella per catalogare, che prevede 3 voci (oltre al titolo): QUANDO, VOTO, BREVE GIUDIZIO.

Le serie che hanno preso il voto più alto sono (l'ordine è cronologico):

- MORNING SHOW

- SEX EDUCATION

- DOWNTON ABBEY

- PEAKY BLINDERS

- NORMAL PEOPLE

- IL RACCONTO DELL'ANCELLA

 Se dovessi sceglierne una a bruciapelo, se la giocherebbero Normal People e Il racconto dell'ancella (è un caso che entrambe si basino su un libro e che la scrittura si noti anche in video?).

"Il racconto dell'ancella " è pazzesca (e non arrivo certo io dirvelo), ho amato l'estetica (i colori che sono più colorati che altrove), il linguaggio, la brutalità, la capacità di resistere, insomma è un pugno ben assestato in faccia, ma che ti spinge a pensare tanto.

L'ultima vista nel 2020, è stata Bridgerton... che affianca Emily in Paris in un posizione decisamente medio bassa. E' solo intrattenimento e delle volte anche abbastanza inutile, però si è fatta guardare velocemente e senza grande sforzo.

La prima del 2021 è stata "The undoing" che mi è piaciuta, ma , tenendo conto dell'entusiasmo che serpeggiava in giro da qualche settimana, mi aspettavo di rimanere a bocca aperta... e invece si è beccata un voto inferiore alle 6 citate lassopra.

Voi fate classifiche? Tenete quadernetti in cui fate tabelle ? Sono solo io la matta?



PS: Non riesco più a trovare il messaggio di chi mi chiedeva se i Kombat boots di Other stories siano comodi o meno. La mia risposta è:  la prima volta che li ho indossati ho sofferto, mi sono ritrovata i soliti tagli nei soliti punti, ma dopo un paio di settimane di riposo e una settimana in cui li ho messi con cerotti preventivi, li ho trovati comodissimi. Specifico che questo iter di dolore mi accompagna più o meno con tutto (tranne che coi mocassini di Gucci che sono meglio delle Valleverde!).

 

 


Altri post che potrebbero interessarti

3 commenti

  1. sto guardando proprio in questi giorni Normal People, dopo aver adorato il libro. e' la prima serie che guardo (intendo da quando ho l'età della ragione) e... che dire, non riesco a smettere, non vedo l'ora ogni giorno che arrivi la pausa pranzo per guardare un episodio. sabato in libreria ho comprato anche "parlarne tra amici", tu lo hai letto?
    ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì l'ho letto, non mi è dispiaciuto, il problema è stato averlo letto dopo Normal People.
      La scrittura è la stessa, secca e pulita, ma non scatta la stessa empatia, perchè la storia è assai diversa e se tutte siamo state liceali più o meno problematiche e tutte abbiamo voluto (o avuto) un Connel, in questa storia è più difficile riconoscersi.

      Elimina
  2. Gentile Valentina io ancora mi ricordo la prima foto pubblicata di Viola...Una bellissima neonata con gli occhi verdi del nonno
    Torno ora nel.mio silenzioso seguirti

    RispondiElimina